Cerca

progettoabraham

Mese

luglio 2015

il Mulino

Gli abitanti di Wellele si occupano principalmente di Agricoltura e pastorizia, per macinare i cereali che producono devono però recarsi ad Hawsen (distante una ventina di km) e pagare la quota di utilizzo per il mulino a gasolio.
La farina ottenuta viene riportata a Wellele e stoccata per il consumo familiare e/o per la vendita.

I vantaggi della realizzazione di un mulino all’interno del villaggio sarebbero molteplici:

1) Ridurre il tempo e la fatica dedicate alla trasformazione dei cereali (trasporto, decorticazione e macinatura) permettendo alle persone di portare avanti altre attività (ad esempio andare a scuola! I bambini sono spesso coinvolti nei lavori agricoli!)

2) Ridurre le spese della produzione ceralicola del villaggio (si ridurrebbe il costo dell’usufrutto del mulino), creando un eventuale surplus che potrebbe essere commercializzato e aumentare le entrate dei beneficiari.

3) Creare un’attività che prevede la cogestione da parte di tutto il villaggio (il mulino verrà gestito da un comitato), rinforzando il senso di appartenenza ad una comunità.

mulino3

Annunci

Le lampade Fotovoltaiche

Una volta concluso il progetto della costruzione del pozzo, abbiamo deciso di promuovere l’acquisto e la distribuzione delle lampade fotovoltaiche per gli abitanti del villaggio di Wellele: se l’acqua è un bene indispensabile per la vita delle persone, infatti, anche la luce non è da meno!

Grazie al contributo di tanti amici è stato possibile fornire tutto il villaggio di Wellele e anche numerose famiglie limitrofe con dei kit di illuminazione ad energia solare. (video)

lamapde2

Per quanto infine sia stata una fortunata coincidenza, non possiamo che essere particolarmente felici che l’attivazione delle “nostre lampade” avvenga proprio nel 2015, proclamato dall’UNESCO Anno internazionale della Luce e delle tecnologie basate sulla Luce.

consiglio1

il Pozzo

Il pozzo è stato inaugurato a Febbraio 2012 da Claudio Maneri, presidente della ong “Butterfly” a cui ci siamo appoggiati per la sua realizzazione e, nel Gennaio dell’anno seguente, alcuni di noi (Luisa, Paola, Stefano, Silvia, Carlo, Antonio, Giuseppe e Andrea) sono andati a Wellele per vedere di persona il pozzo ed incontrare i fratelli di Abraham e gli altri abitanti del villaggio.

Pesca l’acqua pulita a circa 27 metri di profondità, è situato all’interno del villaggio (che però non ha un vero centro, è formato da case sparse in una piccola vallata) a circa un centinaio di metri di distanza dalla casa della sorella maggiore di Abraham, Braham, e di suo fratello, Yemane.
E’ gestito da un comitato, costituito da 7 abitanti del villaggio, che si occupa della sua manutenzione.

602883_10200218068565059_1484926570_n

Il pozzo è stato il primo lavoro che “Progetto Abraham” ha finanziato e, a distanza di tre anni dall’inaugurazione, funziona ancora molto bene: non solo fornisce da bere alle persone del villaggio, ma parte della sua acqua viene utilizzata per l’irrigazione dei campi.

pozzo

Dalla nostra ultima visita (due anni fa) l’ambiente circostante si è arricchito di diversi orti che, con i loro colori, creano un bel contrasto rispetto all’ambiente secco che li circonda. Il “nostro” pozzo è diventato ancora più importante nell’ultimo periodo perché l’acqua di un altro pozzo posto a qualche km di distanza non è più potabile e viene utilizzata solo per l’irrigazione.

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

Su ↑