Il pozzo è stato inaugurato a Febbraio 2012 da Claudio Maneri, presidente della ong “Butterfly” a cui ci siamo appoggiati per la sua realizzazione e, nel Gennaio dell’anno seguente, alcuni di noi (Luisa, Paola, Stefano, Silvia, Carlo, Antonio, Giuseppe e Andrea) sono andati a Wellele per vedere di persona il pozzo ed incontrare i fratelli di Abraham e gli altri abitanti del villaggio.

Pesca l’acqua pulita a circa 27 metri di profondità, è situato all’interno del villaggio (che però non ha un vero centro, è formato da case sparse in una piccola vallata) a circa un centinaio di metri di distanza dalla casa della sorella maggiore di Abraham, Braham, e di suo fratello, Yemane.
E’ gestito da un comitato, costituito da 7 abitanti del villaggio, che si occupa della sua manutenzione.

602883_10200218068565059_1484926570_n

Il pozzo è stato il primo lavoro che “Progetto Abraham” ha finanziato e, a distanza di tre anni dall’inaugurazione, funziona ancora molto bene: non solo fornisce da bere alle persone del villaggio, ma parte della sua acqua viene utilizzata per l’irrigazione dei campi.

pozzo

Dalla nostra ultima visita (due anni fa) l’ambiente circostante si è arricchito di diversi orti che, con i loro colori, creano un bel contrasto rispetto all’ambiente secco che li circonda. Il “nostro” pozzo è diventato ancora più importante nell’ultimo periodo perché l’acqua di un altro pozzo posto a qualche km di distanza non è più potabile e viene utilizzata solo per l’irrigazione.